Esplora Finder

Nuovo rilevatore di movimento e presenza KNX Tipo 18.5K PRO

La nuova versione si distingue per la regolazione dinamica della luminosità, per le porte logiche e per la possibilità di gestione dell’ HVAC.

NUOVI PRODOTTI

Va ad arricchire la gamma di soluzioni Finder KNX  il nuovo e aggiornato rilevatore di movimento Tipo 18.5K.9.030.0001. Particolarmente indicato per l’installazione in spazi interni, questo dispositivo permette il controllo e la regolazione delle luci in funzione della luminosità presente nel locale e/o del movimento rilevato.

Accenno al funzionamento dei sensori KNX

All’interno di un impianto domotico, un sensore come il tipo 18.5K PRO ha il compito di inviare comandi, controlli o regolazioni da effettuare su altri dispositivi installati all’interno dell’impianto. Una volta rilevata una grandezza fisica, questo tipo di rilevatore effettua una codifica, attraverso la creazione di un telegramma, che verrà successivamente inviata tramite bus. 

Scarica il report dedicato

Collegamento via BUS

Il nuovo 18.5K PRO è alimentabile tramite BUS KNX, ovvero lo standard che consente la realizzazione di sistemi flessibili, confortevoli ed energeticamente efficienti. 

Un sistema creato tramite BUS è un unico sistema con collegamento logico e con una massima flessibilità di configurazione dell’impianto. 

 

Caratteristiche tecniche e novità del Tipo 18.5K

Oltre alla rilevazione di 64mq (8×8 m movimento, 4×4 m presenza) e al metodo di  montaggio a soffitto o controsoffito il rilevatore 18.5K PRO Finder presenta alcune nuove funzionalità, ovvero:

  • Regolazione dinamica della luminosità per consentire la variazione/regolazione della luminosità dinamicamente al fine di soddisfare il valore desiderato.
    Questa funzionalità viene arricchita dalla possibilità di una gestione senza calibrazione: la luce si accenderà al 100% e diminuirà il suo livello di luminosità fino al raggiungimento della luminosità desiderata. In tutti i casi è comunque possibile calibrare finemente questa funzione oscurando l’ambiente ed eseguendo la procedura di calibrazione.
  • Sensore di luminosità tarabile: è possibile tarare il sensore di luminosità in riferimento ad un luxmetro in possesso del tecnico per calcoli illuminotecnici molto accurati.
  • Gestione HVAC per la gestione e il pilotaggio di riscaldamenti, ventilconvettori, climatizzatori in funzione della presenza di individui all’interno dell’area di rilevamento. Grazie alle sue cinque uscite è possibile collegare il rilevatore a un dispositivo che andrà a comandare l’avviamento/spegnimento dei dispositivi HVAC.
  • Rilevamento ciclico del livello di luce (LUX)  e della percentuale di area occupata.  Questa funzionalità risulta particolarmente rilevante per applicazioni crepuscolari ed è possibile impostarla sia con parametri LUX che PIR%.
  • Collegamento Master/Slave. Grazie a dei datapoint dedicati è possibile estendere l’area di rilevamento mediante un segnale di movimento ricevuto, remotamente, da altri sensori.
  • Porte logiche, ovvero operatori logici che permettono di elaborare valori binari.
    Con il loro impiego si potranno eseguire automazioni avanzate tra tutti i tipi di dispositivi.

 

>> Scarica il manuale utente del rilevatore di movimento e presenza KNX.

Con KNX si parla di domotica o di building automation?
Il termine domotica identifica l’automazione della casa intesa come singola unità abitativa; mentre “building automation” si riferisce alle funzioni di un edificio con dimensioni maggiori e che richiede livello più alto di complessità dell’impianto.
Seguendo la definizione dei due concetti è possibile affermare il KNX può essere applicato e associato ad entrambi i concetti.
Sarà quindi il tipo di applicazione a determinare il termine e non l’utilizzo della tecnologia KNX.

I vantaggi di un impianto KNX

La creazione di un impianto KNX implica vantaggi su differenti fronti:

  • Comfort. Un sistema KNX assicura le condizioni ambientali ideali e la possibilità di realizzazione di funzioni evolute.
  • Flessibilità dell’impianto. Questa tipologia di impianti permette di soddisfare ogni tipo di esigenza applicativa.
  • Risparmio energetico. Si ottimizzano ii consumi grazie al controllo e alla programmazione ottimale dell’illuminazione.
  • Compatibilità con altri sistemi.


Scopri le altre soluzioni KNX FINDER.

Per ulteriori informazioni o assistenza, contattaci!

PRECEDENTE
LA CONFIGURAZIONE SEMPLICE DEI PRODOTTI PER IL QUADRO ELETTRICO
SUCCESSIVA
I PRODOTTI FINDER SU YOUTUBE